Quantech conference - Agenda 

Dalle 14:00 alle 14:10

Titolo: Apertura
Relatore: Davide Bulgarelli (CSTA – Presidente SIAT, Socio Emerito)


Dalle 14:10 alle 14:30

Titolo: Sycomore Global Education: focus sull’educazione, una tendenza secolare sottovalutata e sostenuta da sviluppi demografici, sociali e tecnologici
Relatore: Luca Fasan (Sycomore AM, parte della piattaforma multi-boutique di Generali Investments)
ABSTRACT: Sycomore Global Education è un comparto azionario globale che investe nell’istruzione. Il suo processo di selezione utilizza un filtro tematico proprietario che poggia su 3 pilastri: fornitori di servizi didattici, aziende che forniscono formazione attraverso prodotti e servizi: scuole, università, ma anche aziende tecnologiche che creano contenuti, facilitatori didattici che aiutano a creare condizioni di apprendimento favorevoli, ad esempio attivi nel settore immobiliare o finanziario, sponsor di istruzione permanente che sponsorizzano progetti educativi per i dipendenti all’interno delle aziende stesse.


Dalle 14:30 alle 14:50

Titolo: Un nuovo modo per creare Alpha con l’Intelligenza Artificiale
Relatore: Radjabi Maxence (Oddo)
ABSTRACT: L’Intelligenza Artificiale è la scienza degli algoritmi software di auto-apprendimento che eseguono attività altrimenti tipicamente svolte dagli esseri umani e le sue applicazioni stanno crescendo a tassi esponenziali, senza che nemmeno ce ne rendiamo conto.
Quando parliamo di questo argomento, le applicazioni più comuni che vengono in mente sono le auto a guida autonoma o gli algoritmi di ricerca di Google, non certo la finanza. Nonostante ciò, in ODDO BHF AM crediamo fortemente che l’Intelligenza Artificiale e la sua applicazione rivoluzioneranno il modo in cui gli asset manager creano Alpha e, negli ultimi 4 anni, abbiamo lavorato sull’integrazione di tali potenzialità nei nostri processi di investimento.
L’Intelligenza Artificiale è la nuova frontiera degli asset manager. Questo convincimento deriva da una semplice osservazione: abbiamo dovuto far fronte a un’ondata inarrestabile di dati proveniente da ogni settore e gli asset manager dovrebbero ampliare il loro approccio alle informazioni, non solo concentrarsi su dati classici e strutturati, ma andare oltre nella ricerca di un vantaggio.
Per i nostri fondi tematici abbiamo scelto un approccio basato su algoritmi di Intelligenza Artificiale che analizzano milioni di data point al giorno al fine di valutare un’azienda in base a un tema specifico. In che modo il fattore IA contribuisce a migliorare il processo di investimento rispetto a un fondo più tradizionale?

  • L’Intelligenza Artificiale ci permette di definire con precisione un tema. L’analisi dei Big Data specificherà il tema e i suoi sotto-temi con algoritmi di Natural Language Processing. Possiamo quindi definire sistematicamente il tema e individuare le nuove tendenze e gli sviluppi nel tema prima del mercato.
  • Grazie all’Intelligenza Artificiale possiamo analizzare migliaia di aziende su un universo globale. Siamo in grado di identificare aziende dei mercati emergenti o Small & Mid Cap che non finirebbero sul radar di altri, fundamentally-driven investment manager.
  • Il modello AI ci dà una visione precisa del sentiment di mercato per quanto riguarda una specifica azienda e ci permette anche di rilevare rapidamente i cambiamenti di questo sentiment. Ciò si rivela un potente strumento previsionale, e di conseguenza un motore chiave per la nostra generazione di Alpha.

L’Intelligenza Artificiale è un’opportunità per gli investment manager di trovare un nuovo modo per creare Alpha ma anche per gli investitori di investire in un trend strutturale che dovrebbe creare valore a lungo termine.


Dalle 14:50 alle 15:10

Titolo: L’approccio Quality abbinato alla sostenibilità come alternativa alla capitalizzazione per la costruzione di indici obbligazionari Emerging Markets in hard currency.
Relatore: Mauro Giangrande (DWS)
ABSTRACT: Un limite riconosciuto degli indici obbligazionari EM è la tendenza ad attribuire un peso eccessivo a Paesi altamente indebitati. Un’alternativa è offerta dall’approccio Quality abbinato all’applicazione di filtri ESG. Ciò può aiutare ad anticipare eventi negativi, come i downgrade, attraverso l’applicazione di un processo sistematico che prevede la diminuzione del peso dei paesi caratterizzati da un progressivo deterioramento dei fondamentali e il corrispondente incremento dell’allocazione per i paesi caratterizzati da politiche economiche, ambientali e sociali orientate al lungo termine.


Dalle 15:10 alle 15:30

Titolo: Impact investing, Articolo 9 SFDR e performances. Come si chiude il cerchio?
Relatore: Lorenzo Gazzoletti (Montpensier Finance)
ABSTRACT: I flussi su fondi e tematiche ISR sono colossali da inizio 2019 : quali distorsioni sui prezzi dei sottostanti? Esiste un fattore ESG? Come valutarlo e usarlo nei portafogli? Il framework SFDR sta segmentando fortemente e dà risalto al concetto di Impact : Impact vuol dire per forza forti biais settoriali? Come gestire l’inserzione di fondi Articolo 9 nei portafogli?


Dalle 15:30 alle 15:50

Titolo: The Psychobiotic Revolution: Mood, Food, and the New Science.
Relatore: John Cryan (Università di Cork)
ABSTRACT:


Dalle 15:50 alle 16:10

Titolo: Investire per il futuro
Relatore: Zehrid Osmani (Franklin Templeton)
ABSTRACT: Le strategie Long-Term Unconstrained di Martin Currie investono su un orizzonte temporale pluridecennale cercando di identificare società in fase di crescita qualitativa che presentino uno sviluppo strutturale sostenibile di lungo termine. Zehrid Osmani illustra la piattaforma di ricerca proprietaria per valutare sistematicamente e fondamentalmente il rischio delle aziende. I fattori ESG sono parte integrante di questa piattaforma, in quanto si procede nella valutazione di 52 parametri individuali insieme ad altri 20 focalizzati sul rischio di sfruttamento sociale. Per assicurarsi di cogliere tutte le opportunità di crescita strutturale di lungo termine sottovalutate, il team utilizza un’analisi tematica proprietaria incentrata su tre mega-trend di lungo termine.


Dalle 16:10 alle 16:30

Titolo: Innovation and sustainability. The perfect match for global multi-thematic investments
Relatore: Dries Dury (DPAM)
ABSTRACT: The pandemic and its major consequences have demonstrated that sustainable companies not only have been more resilient, but they outperformed financial markets. A thematic approach enables to concentrate investments in a business segment with highly attractive potential. Especially if the latter is a highly innovative one.
This approach, typically growth-oriented, can nicely complement and enhance the performance of conventional portfolios. In order to contain potential volatility, a multi-thematic strategy can diversify risk across a greater number of sectors while also giving the fund manager access to a larger set of opportunities. These themes must be played at global level, since the companies and sectors within these are interconnected worldwide. Today we will go through practical examples and success stories of our equity strategies DPAM Invest B Equities NEWGEMS Sustainable and its Asian-focused sister strategy, DPAM Invest B Equities DRAGONS Sustainable investing in innovative and sustainable companies shaping the society of the future.


Dalle 16:30 alle 16:50

Titolo: Comunicazione e cambiamento climatico: tutto da rifare
Relatore: Mick Odelli (Just Mick)
ABSTRACT: Il cambiamento climatico è un tema centrale ad oggi. Occorre operare con urgenza per evitare il peggio, e per ciò se ne parla molto. Ma come se ne parla? Siamo sicuri che il linguaggio utilizzato sia efficace, e non produca invece gli effetti opposti? In un viaggio tra storytelling, neuroscienze e comunicazione scopriremo quali sono gli elementi che influenzano la nostra percezione, e cosa si può fare per cambiare il punto di vista delle persone su un tema così delicato.


Dalle 16:50 alle 17:10

Titolo: La bio-rivoluzione sta accadendo!
Relatore: Christopher Gannatti (WisdomTree)
ABSTRACT: I progressi rivoluzionari in diversi campi, tra cui l’informatica, l’intelligenza artificiale, l’analisi dei grandi dati, l’automazione, la chimica, la biologia e l’ingegneria, stanno creando nuove opportunità, precedentemente inimmaginabili, per reingegnerizzare i sistemi biologici in modi che rivoluzioneranno l’assistenza sanitaria, l’agricoltura, la produzione di energia, i servizi di consumo e l’archiviazione dei dati.
Questa rivoluzione tecnologica creerà un’opportunità storica di investimento equivalente alla rivoluzione industriale e a quella di internet:

  • Le rivoluzioni della genetica e della biotecnologia trasformeranno sempre più l’agricoltura, l’acquacoltura e la produzione alimentare, creando modelli più sani e sostenibili per alimentare la nostra crescente popolazione globale;
  • La reingegnerizzazione biologica sarà usata per produrre una percentuale sempre maggiore degli input fisici necessari per la produzione;
  • Il DNA ha circa un milione di volte più capacità di memorizzazione rispetto all’hard-disk e diventerà una piattaforma essenziale per l’archiviazione dei dati.

Scopriremo come questo mega trend è destinato a cambiare completamente la nostra vita.


Dalle 17:10 alle 17:30

Titolo: Alpha ESG-consapevole: i rischi che vorresti prendere e quelli che vorresti evitare
Relatore: Richard Pandevant (Exane AM)
ABSTRACT: Cambiamento climatico, transizione energetica, pressione crescente da regolatori e clienti generano nuovi rischi per gli investitori. Esiste un approccio universale per far fronte alle nuove complessità?


Dalle 17:30 alle 17:50

Titolo: Affrontare la biodiversità dove conta: Il caso del settore agroalimentare
Relatore: Carmine De Franco (Natixis IM)
ABSTRACT: Poiché i governi, le aziende e la societa civile si rendono conto di quanto sia importante la biodiversità per la nostra vita, il nostro benessere e le nostre economie, per non parlare del clima, integrare la biodiversità nei portafogli degli investitori diventerà un obiettivo importante nei prossimi anni. Rispecchiando ciò che esiste nel campo della decarbonizzazione dei portafogli, presenteremo un approccio innovativo per misurare l’impatto della biodiversità, e come gli investitori possono costruire portafogli utilizzando le metriche dell’impatto della biodiversità (misurato in MSA) nel settore più importante attraverso il quale gli esseri umani agiscono sulla biodiversità: Agricoltura e Alimentazione.


Dalle 17:50 alle 18:10

Titolo: Employees are our most precious assets – The idea of “human capex” by Comgest
Relatore: Petra Daroczi (Comgest)
ABSTRACT: Most companies claim that employees are their most important asset. For the proper functioning of the company, such “assets” need to be invested in, maintained, and upgraded/trained. While investment in physical assets, termed capital expenditure or “capex”, is present on financial statements and amply discussed in earnings calls, one may wonder whether there is a way to measure the investment and “upkeep” of the workforce. We reveal our thinking on what we define as “human capex”.


Dalle 18:10 alle 18:30

Titolo: Carbon Offsetting: una soluzione efficiente d’impatto per portafogli d’investimento
Relatore: Josh Tosteson (Theam BNP Paribas)
ABSTRACT:


Dalle 18:30 alle 18:50

Titolo: What Comes After the Economists’ Hour?
Relatore: Binyamin Appelbaum (New York Times)
ABSTRACT: A series of recent economic crises, and flawed responses, have contributed to a loss of confidence in mainstream economics and in conventional economic policy. What should society ask from economics going forward?


Dalle 18:50 alle 19:10

Titolo: From Physical to Digital: a new age of digital assets
Relatore: Paolo Gianturco (Deloitte)
ABSTRACT: In the last year, blockchain, digital assets and financial services have undergone significant changes and not only because of the pandemic. The proliferation of digital means to exchange and store value had a significant impact on the Financial Services Industry, that has recently been further challenged by new business models around digital assets. Therefore, the business imperative of adopting blockchain is growing noticeabily, as organization increasingly accept that their current business models are at stake. The 2021 Deloitte Blockchain Survey offers an overview of the role and the transformative impact that digital assets and blockchain technologies play in the FSI domain. In fact, more than 80% of overall respondents stated that digital assets will be “very/somewhat important” to their industries in the next 24 months.
Starting from the insights of the 2021 Deloitte Blockchain Survey we will provide a picture of current and future expectations for the global financial services industry around digital assets, as well as their impacts and opportunities for the banking sector.

Dalle 09:00 alle 09:10

APERTURA
Titolo: Apertura
Relatore: Davide Bulgarelli (CSTA – Presidente SIAT, Socio Emerito)


Dalle 09:10 alle 09:30

Titolo: What Comes After the Economists’ Hour?
Relatore: Binyamin Appelbaum (New York Times)
ABSTRACT: A series of recent economic crises, and flawed responses, have contributed to a loss of confidence in mainstream economics and in conventional economic policy. What should society ask from economics going forward?


Dalle 09:30 alle 09:50

Titolo: ETF per investire nella ripresa
Relatore: Annacarla Dellepiane (HanETF)
ABSTRACT: 

  • ETF innovativi per portafogli moderni: HANetf e la sua filosofia di investimento
  • La ripresa dopo il lockdown: nuovi trend di investimento
  • La rivoluzione tecnologica che sta ridefinendo il modo in cui viviamo, lavoriamo e ci rapportiamo gli uni agli altri

Dalle 09:50 alle 10:10

Titolo: Dalla digitalizzazione globale alla crescita dei pagamenti digitali
Relatore:  Giancarlo Sandrin (LG IM)
ABSTRACT: Assistiamo a una domanda sostenuta da parte degli investitori per un’esposizione mirata verso quei temi che prendono esposizione ai trend strutturali di lungo termine che stanno cambiando il nostro mondo. Dalla CyberSecurity, all’ecommerce sino ai pagamenti digitali, in questo contesto delineeremo la nostra strategia di investimento, incentrata sul potenziale di crescita delle tecnologie di sicurezza e pagamento digitaleche supportano una transizione globale verso un’economia senza contanti. In particolare il mercato dei pagamenti digitali sarà sostenuto da dinamiche secolari, come il passaggio sempre più sostenuto verso l’e-commerce, una maggiore adozione di smartphone nei mercati emergenti e politiche sempre più incentrate all’antiriciclaggio. Comprenderemo come investire in tali tecnologie digitali sia una parte integrante dell’ampliamento dell’inclusione finanziaria e quindi un allineato con diversi obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite.


Dalle 10:10 alle 10:30

Titolo: Cogliere il potenziale dell’economia digitale
Relatore: Morgane Delledonne (Global X EFTs)
ABSTRACT: La connettività guida la digitalizzazione di numerosi settori, come quello manifatturiero, bancario, sanitario e dell’intrattenimento. Oggi gli input digitali sono incorporati in tutta la catena del valore globale trascendendo le categorie di investimento tradizionali. L’investimento tematico è un approccio che prova a identificare tendenze trasversali che guideranno la creazione di valore in futuro, superando le vecchie classificazioni settoriali e individuando le società meglio posizionate per beneficiare della materializzazione di questi nuovi mercati.


Dalle 10:30 alle 10:50

Titolo:  Lo Spazio: l’ultima frontiera dell’Intelligenza Artificiale
Relatore:  Lena Jaquelin (La Financière De L’Èchiquier)
ABSTRACT:  Per noi, la tematica dello Spazio non rappresenta una novità. Ce l’avevamo infatti ben in mente già nel 2018 mentre stavamo lanciando il fondo Echiquier Artificial Intelligence. Nuove tecnologie ed innovazioni tipicamente riferite allo Spazio continuano a profilarsi in modo da renderlo sempre più accessibile: colmare il divario digitale, osservare la Terra, monitorare il cambiamento climatico… I razzi riutilizzabili scrivono un nuovo capitolo dell’epopea spaziale del 21° secolo, un’era che sarà ricca di prospettive ancora sconosciute ma promettenti. Come ha riassunto Megan Mc Arthur, il pilota del Falcon 9 che lo ha portato, insieme a Thomas Pesquet, a bordo della ISS: It’s all about exploration!


Dalle 10:50 alle 11:10

Titolo: Intelligenza Artificiale Spiegabile in Finanza: perchè e come
Relatori: Paolo Pagnottoni (Università di Pavia)
ABSTRACT: Un’applicazione affidabile dell’Intelligenza Artificiale richiede di misurare in anticipo i suoi possibili rischi. Quando applicati a settori regolamentati, come quello bancario, finanziario e assicurativo, i metodi di intelligenza artificiale non sono spiegabili e, pertanto, le autorità preposte al monitoraggio dei rischi potrebbero non convalidarli. Per risolvere questo problema, proponiamo metodi di apprendimento automatico spiegabili per “interpretare” i modelli a scatola nera. Tra questi, i valori di Shapley stanno diventando popolari: sono indipendenti dal modello e facili da interpretare. Tuttavia, non sono normalizzati e, quindi, non possono diventare una procedura standard. Proponiamo un metodo di apprendimento automatico spiegabile alternativo, basato su Lorenz Zonoids, che è statisticamente normalizzato e può quindi essere utilizzato come standard per l’applicazione dell’Intelligenza Artificiale in finanza. L’analisi empirica che verrà presentata conferma i vantaggi del metodo proposto.


Dalle 11:10 alle 11:30

Titolo: I dati alternativi: uno strumento utile (e oramai necessario) per prendere decisioni d’investimento
Relatore: Alessio Garzonio (FinScience)
ABSTRACT: dati alternativi si riferiscono a contenuti informativi unici non conosciuti in precedenza dai mercati finanziari nel processo di investimento. I dati alternativi sono solitamente Big Data, spesso, non strutturati che provengono da diverse fonti principalmente digitali (blog, forum, piattaforme sociali o di e-commerce, mappe, ecc.) e la cui analisi implica un approccio algoritmico, competenze uniche e tecnologie all’avanguardia. Gli investitori professionali più sofisticati adottano già da tempo questi dati con l’obiettivo di non perdere terreno rispetto alla concorrenza, espandendo la base informativa e aumentando la performance degli investimenti.
Avere accesso ai dati alternativi ha molti vantaggi, come : Avere dati in tempo reale, al contrario dei dati tradizionali che sono spesso già scontati dal mercato quando vengono pubblicati. Per fare un controllo incrociato delle informazioni, confrontando fonti di informazione diverse e indipendenti. Avere informazioni in anticipo rispetto ai concorrenti. Un recente studio di Greenwich Associates ha rilevato che quasi il 75% degli hedge fund sta già utilizzando i social media (una fonte primaria di dati alternativi) come parte del processo di investimento, e questa adozione è diventata essenziale per gli asset manager tradizionali che lottano per ottenere rendimenti superiori al mercato. FinScience, società specializzata nel mondo degli Alternative Data, recupera contenuti dal web attraverso algoritmi proprietari di Intelligenza Artificiale e Machine Learning. Circa 1,5 milioni di pagine web vengono visitate ogni giorno su circa 35.000 domini diversi. Il contenuto di queste pagine viene estratto, interpretato e analizzato per identificare informazioni e fonti di valore. Il vantaggio dell’approccio di FinScience nell’analisi del web è che può intercettare qualsiasi tipo di argomento, infatti FinScience raccoglie dati e informazioni diffuse dalle persone attraverso i social media. La nostra pipeline di dati ci permette di avere un campionamento generico che potrebbe potenzialmente includere contenuti riguardanti un’ampia varietà di argomenti


Dalle 11:30 alle 11:50

Titolo: L’ESG è sostenibile?
Relatori: Davide Dal Maso
ABSTRACT: Le pratiche di investimento ESG sono in rapida e continua espansione e le masse di risparmio gestite secondo questi criteri in crescita esponenziale. L’industry del risparmio gestito, che per anni ha guardato con una certa sufficienza (se non con aperta diffidenza) alle sperimentazioni che sono state faticosamente realizzate dai primi anni 2000, sembra aver rapidamente abbracciato i principi dello sviluppo sostenibile. Ma una riconversione industriale non è facile da realizzare in tempi brevi. Infatti, in molti casi prodotti e servizi etichettati come “ESG” non sembrano poi così diversi da quelli “tradizionali”. Si profila quindi il rischio di una perdita di credibilità. L’intervento si interroga su come mitigare questo rischio e su come promuovere un ruolo davvero trasformativo della finanza.


Dalle 11:50 alle 12:10

Titolo: La supply chain delle aziende tech in Asia potrebbe svolgere un ruolo fondamentale in un mondo de-globalizzato
Relatori: Francesco Maino (Wellington)
ABSTRACT: Con l’aumentare delle tensioni tra Stati Uniti e Cina per la leadership tecnologica, i governi (e le imprese) stanno ripensando al ruolo strategico che una catena di approvvigionamento resiliente, diversificata e ben difesa offre. Per garantire stabilità economica e sicurezza nazionale, la localizzazione è diventata una priorità, ma massicci investimenti sono necessari per costruire un’indipendenza tecnologica e competitiva della filiera produttiva. In questo contesto, riteniamo che le aziende tech asiatiche possano svolgere un ruolo fondamentale sia grazie a relazioni di lunga data con l’Occidente, sia grazie alla prossimità geografica per sostenere l’ascesa della nascente industria tecnologica cinese. Focalizzandoci su un’eco-sistema di aziende a più piccola capitalizzazione di mercato, il Wellington Asia Technology Fund consente di partecipare al potenziale di crescita di un sottogruppo di titoli spesso ignorati dalle tradizionali strategie Global Tech e pertanto beneficiare dai trend di de-globalizzazione della supply chain in atto.


Dalle 12:10 alle 12:30

Titolo: Identifying market trends and picking the best stocks accordingly
Relatore: Tristan D’Aboville (William O’Neil)
ABSTRACT: For more than 50 years, William O’Neil + Co. has been perfecting a unique method of stock-picking that uses a blend of fundamental, quantitative, and technical analysis. An important part of this process is identifying market bottoms and trends through a proprietary methodology that analyzes indices’ price and volume action and uncovers the best entry points into stocks that are poised for outperformance.


Dalle 12:30 alle 12:50

Titolo: Materie prime: prospettive tra boom economico, penuria e congestioni logistiche.
Relatore: Prof. Achille Fornasini (Università di Brescia)
ABSTRACT: Con la graduale attenuazione della crisi sanitaria, l’esplosiva domanda di commodity, alimentata dalla crescita economica mondiale, ha provocato diffusi, persistenti e anomali rialzi dei prezzi. L’intervento di Achille Fornasini si propone di valutare i fattori prevedibili e imponderabili destinati a governare le quotazioni e a orientare le tendenze delle principali materie prime nei prossimi mesi.


Dalle 12:50 alle 13:10

Titolo: Precious Metals in the Energy Transition
Relatore: Benjamin Louvet (OFI Asset Management)
ABSTRACT: Climate change, as well as the implication of humans in this regard, are now considered as undeniable. Therefore, world leaders committed to achieving pledges at the Paris COP 21, to target net zero CO2 emissions in 2050. To comply with this collective decision, a global rethinking of our energy production and consumption systems will be needed, to switch from carbonized fossil fuel energies to low carbon technologies. According to the International Energy Agency, renewable energies will have to be massively developed within the next ten years if we want to achieve the net-zero CO2 target by 2050. Energy is not made of wind or sun itself, but from a transformer that converts wind or sun energy into electricity. These convertors must be built, and are composed mainly of metals such as silver, platinum, and palladium. We view this as a great investment opportunity.


Dalle 13:10 alle 13:30

Titolo: L’Italia torna a correre. Quanto durerà?
Relatore: Maurizio Mazziero (CSTA, Socio professional SIAT)
ABSTRACT: Nel 2021 la crescita italiana sarà vicina al 6%, intanto il debito cresce senza sosta. Le risorse del PNRR se ben impiegate faranno la differenza, in caso contrario resteranno i debiti. Un breve percorso alla scoperta di punti di forza e di debolezza della nostra economia.


Dalle 13:30 alle 13:50

Titolo: Nordea Liquid Alternative: Alpha e diversificazione la scelta vincente
Relatore: Andrea Mancosu (Nordea)
ABSTRACT: Nel contesto di mercato attuale, con i tradizionali strumenti obbligazionari meno rischiosi che offrono rendimenti attesi modesti, se non negativi, il tema della diversificazione assume crescente complessità. Gli investitori sembrano trovarsi di fronte a una scelta obbligata: sbilanciare il proprio portafoglio verso le asset class più rischiose – e accettare a volatilità che accompagna tale tipo di scelta – o preservare la stabilità del proprio portafoglio rinunciando a rendimenti più attraenti? Vi è una terza via, offerta da soluzioni di investimento alternative in grado di sostenere i portafogli e migliorarne la diversificazione senza per questo costringere gli investitori a ridimensionare i propri obiettivi di rendimento. Le nostre soluzioni Alpha, alternative liquide gestite dal Multi Assets Team (MAT) di Nordea, mirano a offrire rendimenti associati a una volatilità controllata, caratterizzati da una scarsa correlazione con le asset class tradizionali e indipendentemente dal ciclo di mercato. Quanto accaduto lo scorso, quando la diffusione del covid-19 a livello globale ha innescato un’importante ondata di vendite sui mercati azionari e un repentino incremento della volatilità, ha mostrato in che modo queste soluzioni possono migliorare in maniera concreta il profilo rischio-rendimento dei portafogli nei quali sono inserite. L’offerta Alpha consiste di 3 fondi caratterizzati da diversi profili rischio-rendimento ma gestiti seguendo lo stesso approccio basato sui premi al rischio, con i quali il MAT lavora da oltre quindici anni. I fondi Alpha sono costituiti dalla combinazione di una serie di strategie bilanciate e direzionali – che permettono di ottenere esposizione a un ampio set di premi al rischio nei segmenti azionario, obbligazionario e delle valute – nelle quali la gestione del rischio ricopre un ruolo fondamentale. La presentazione offrirà una visione approfondita di come tali fondi sono gestiti, di come sono strutturate le strategie utilizzate e del valore aggiunto che tali prodotti possono offrire.


Dalle 13:50 alle 14:10

Titolo: Il 2021 si conclude così come è incominciato
Relatore: Gaetano Arnaldo Evangelista (CSTA, Socio Ordinario Professional SIAT)
ABSTRACT: Il rallentamento della crescita economica mondiale non frena i mercati azionari, che digeriscono senza fatica un mese di settembre particolarmente impegnativo. Il rilancio del credito in Cina, in uno con le incoraggianti condizioni finanziarie complessive negli Stati Uniti, depongono a favore della estensione della ripresa fino a primavera. Nuovi massimi assoluti sono da preventivare per i listini azionari nei prossimi tre-sei mesi; ma in prospettiva c’è un mercato che promette più di Wall Street.


Dalle 14:10 alle 14:30

Titolo: Green mining in Italia, si può? Falsi miti e reali prospettive attorno alla rivoluzione della blockchain
Relatore: Francesco Buffa (Alps Blockchain)
ABSTRACT: Nel mezzo del dibattito sull’impatto ambientale delle criptovalute e della blockchain, alla domanda “questa tecnologia spreca troppa energia?” oggi rispondono dati e analisi che affrontano il tema senza pregiudizi. Fino ad attestare che sempre più minatori 4.0, impegnati nell’estrazione di asset digitali a sostegno della blockchain, si avvalgono di energia pulita. L’intervento di Francesco Buffa si propone di illustrare come il green mining può essere applicato in Italia attraverso la valorizzazione delle fonti rinnovabili, a favore di un progresso
tecnologico, sociale ed economico etico e sostenibile.


Dalle 14:30 alle 14:50

Titolo: Dati alternativi a supporto dei nuovi trend di investimento
Relatore: Alessandro Greppi (Alps Blockchain) e Alessandro Nilo (CTSA SIAT Socio Professional)
ABSTRACT: Asset e wealth managers sono sempre più alla ricerca di risorse con cui migliorare la diversificazione e il rischio dei propri portafogli di investimento. Di conseguenza, si è iniziato da qualche anno ad analizzare nuove fonti alternative di dati, ovvero, diversi set di dati non tradizionali allo scopo anche di migliorare i ritorni dei propri investimenti, incrementare il livello di confidenza e la velocità di produzione delle proprie stime o, più semplicemente, per costruire una più approfondita narrativa attorno ad una specifica tematica. Pertanto di recente il settore ha iniziato ad evolversi in un complesso ecosistema di originatori di dati ed intermediari, con l’industria che sta affrontando diversi ostacoli e sfide tecniche nello sfruttamento di questi cosiddetti “Big data”. In questo incontro, cercheremo di fare brevemente il punto della situazione discutendone tendenza, metodologie e risultati.


Dalle 14:50 alle 15:00

Titolo: L’utilizzo dei derivati climatici come possibile strumento di copertura dai rischi legati alle temperature ambientali nell’industria del vino
Relatore: Gianluca Franceschini (BNP Paribas Wealth Management)
ABSTRACT: Eventi atmosferici avversi e anomali di grande o minore rilevanza sono ormai all’ordine del giorno e rappresentano una problematica che va affrontata immediatamente per prevenire possibili conseguenze catastrofiche. Le attività economiche sono tra le più impegnate nella lotta ai cambiamenti climatici, sia perché devono imporsi uno stile produttivo sempre più sostenibile, sia perché devono essere in grado di far fronte ai possibili danni provocati dalle frequenti avversità atmosferiche. Le imprese del settore agricolo, tra cui quelle dell’industria vitivinicola, sono tra le più colpite dai cambiamenti climatici: i ricavi di numerosi imprenditori dipendono molto dalla stabilità del clima nella zona di coltivazione ed è quindi sempre più necessario l’utilizzo di nuove forme di copertura capaci di stabilizzare il loro reddito. L’introduzione dei derivati climatici come metodo di copertura in alternativa alle assicurazioni potrebbe essere una valida soluzione per la gestione dei rischi climatici nell’industria vitivinicola?


Dalle 15:00 alle 15:20

Titolo:
Relatore: Don Pasta (Economista, DJ)
ABSTRACT: